Chiudi

client


Con Nutella Gemella, c’è sempre qualcosa che ci unisce.

Dopo aver celebrato l’unicità delle persone con Unica, Nutella ha voluto fare qualcosa di più: unirle, superando ogni distanza. Perché è nell’incontro tra le differenze che nasce la vera ricchezza. 

Così è nata Nutella Gemella: milioni di vasetti tutti unici, tutti diversi, ognuno con un gemello identico in tutto e per tutto, per un’attivazione su tutto il territorio nazionale, e su tutti i media.

Ogni consumatore ha potuto scegliere il vasetto che più lo rappresentava, e a cercare a chi appartenesse il vasetto gemello, identico in tutto e per tutto, ma appartenente a qualcuno, in qualche parte d’Italia.

E per trovarlo, bastava registrarsi a nutella.it, rispondere a un breve test sulle proprie passioni e interessi, e aspettare: una volta trovato il gemello, i due potevano scoprire quali passioni avevano in comune, ma soprattutto mettersi in contatto tramite email.  

La connessione diventava subito visibile sulla mappa d’Italia sul sito, e su uno spettacolare outdoor digitale in Gae Aulenti, che visualizzava in real time i vasetti attivati e le Nutelle Gemelle che si sono trovate.

Perché in fondo c’è sempre qualcosa che ci unisce, e questo è stato il concetto alla base della  della campagna TV e outdoor, dove coppie di persone molto diverse tra loro hanno posato con i loro vasetti gemelli, dimostrando che nelle differenze si possono trovare grandi punti di unione.

Il concetto ha dato vita anche a uno speciale progetto di content: un esperimento basato sullo studio di di Arthur Aron, “Experimental Generation of Interpersonal Closeness”. 4 coppie di persone totalmente opposte per passioni e stili di vita, e che non si sono mai incontrate prima, 36 domande in 45 minuti per conoscersi meglio, e scoprire che in fondo siamo più vicini di quanto immaginiamo.

 

Indietro